VILLA F/A

Residenza privata unifamiliare

info di progetto

L’edificio di progetto, una residenza privata su due livelli, sceglie una disposizione planimetrica in grado di separare efficacemente le funzioni abitative principali dalle attività di servizio.
L’articolazione volumetrica dell’edificio individua due principali elementi compositivi: la copertura continua a falde inclinate ed il complesso dei sottostanti volumi abitativi. Il sistema di copertura, con manto di rivestimento in laterizi, consiste in un ininterrotto piano inclinato, ritagliato e piegato a costituire una sorta di “nastro” fluttuante. Un interessante contatto con il suolo è sperimentato attraverso esili e diafani elementi architettonici che, nella forma di snelli elementi architettonici utili al controllo solare, definiscono un volume di passaggio tra spazio esterno e superficie architettonica dell’involucro edilizio. Le sporgenze dei solai sommitali, delimitati spazialmente da tali elementi tecnici utili al controllo solare, consentono di allestire passaggi coperti, logge profonde e spazi protetti che prolungano all’esterno i luoghi domestici dell’abitare. Tali elementi oltre a garantire una ombreggiatura diafana della facciata dell’edificio in funzione della differente inclinazione del sole nel periodo estivo durante tutto il corso della giornata, potranno eventualmente ed in funzione delle necessità degli abitanti, essere utilizzati quali guide di sostegno di ulteriore sistemi di controllo solare con la finalità di modulare la quantità degli apporti solari all’interno della abitazione nel periodo estivo e nel periodo invernale.
Le aperture di grandi dimensioni, tutte protette da insolazione diretta e precipitazioni atmosferiche grazie alla profondità degli aggetti, accolgono consistenti superfici vetrate. Il sistema di oscuramento è affidato, per buona parte, ad ante scorrevoli a rivestimento metallico che scompaiono in murature di forte spessore.
I volumi edilizi, interamente intonacati, accolgono tinte cromatiche chiare; una certa differenziazione consentirà di sottolineare, con eterogenei accenti cromatici, le superfici e le pareti esterne delle logge. Lo sporto di gronda come gli elementi verticali di raccordo saranno avvolti dall'intonaco, mentre l’intradosso a vista della copertura sarà interamente rivestito da doghe di legno naturale chiaro.

 
Web Privacy Policy