IL GIARDINO SEGRETO

Ampliamento del cimitero comunale storico

 

 

 

 

 


 

info di progetto

L’ampliamento del cimitero di Tavazzano con Villavesco sperimenta un legame inedito tra architettura funeraria e paesaggio. Quale alternativa al tradizionale cimitero urbano densificato, la proposta disegna un’immagine anticonvenzionale dello spazio sacro, un luogo della rarefazione, una specie di intenso ed emozionale giardino della memoria.
Racchiusi entro un recinto permeabile, portici ad ordine gigante, camminamenti coperti e prismi puri definiscono un luogo nel quale è la distanza tra le cose a generare tensioni ed accadimenti sensoriali. Pietra, laterizio e cemento spingono il lessico progettuale verso i termini della permanenza fisica, del radicamento, modellando architetture come corpi scultorei protesi nell’abbraccio e nell’integrazione degli edifici preesistenti.
Me è il vuoto, paradossalmente, a spuntarla. Cinque giardini, ognuno di un diverso tono cromatico a seconda delle essenze arboree, arbustive e floreali messe a dimora, regalano al raccoglimento ed alla riflessione individuali i colori ed i profumi di splendide fioriture durante tutte le stagioni dell’anno. Natura ed artificio si mescolano con armonia edificando la suggestione di un suolo antico mentre gli edifici, semplici e rigorosi, traggono la loro bellezza dal non avere nulla di superfluo. Alle esagerazioni pittoresche tipiche dei modelli latini si sostituisce qui una monumentalità diffusa, pacata, per certi versi “domestica”.

 
Web Privacy Policy